Big Jump in 401 (k) Investitori che cercano diversificazione | La pensione | 2018

Big Jump in 401 (k) Investitori che cercano diversificazione

Un terzo dei partecipanti al piano 401 (k) ha investito l'intero saldo del proprio conto in un'asset allocation gestita professionalmente e un'opzione di investimento nel 2011, rispetto a meno di un decimo nel 2005, secondo a un recente rapporto pubblicato da Vanguard.

Il rapporto, che esamina le abitudini di risparmio di 3 milioni di investitori con i piani Vanguard 401 (k), ha trovato la crescita nelle cosiddette allocazioni gestite professionalmente - in un'unica data obiettivo o in pareggio fondo o tramite un servizio di consulenza per account gestiti - essere oggi una delle tendenze più importanti nei piani pensionistici, riflettendo il desiderio di molti investitori di migliorare la diversificazione del portafoglio e ridurre i rischi.

Del 33% degli investitori che utilizzano un mana professionale programma di allocazione ged, il 24% ha impiegato un unico fondo target-date (TDF), il 6% un unico fondo bilanciato tradizionale e il 3% un programma di consulenza sui conti gestiti. Nel 2011, il 18% dei partecipanti aveva una posizione estrema in azioni, detenendo il 100% in azioni (10% dei partecipanti) o nessuna azioni (8%), contro il 34% dei partecipanti con posizioni azionarie estreme nel 2005.

"Alcuni mettono in dubbio i benefici dei piani 401 (k) perché trasferiscono il processo decisionale sugli investimenti a partecipanti generalmente inesperti", ha dichiarato Jean Young, autore principale del rapporto "How America Saves", in una dichiarazione. "Ora, tuttavia, un numero crescente di partecipanti può lasciare l'asset allocation, la selezione degli investimenti e le responsabilità di gestione continua del proprio account alle opzioni di allocazione gestite professionalmente disponibili nei piani a contribuzione definita."

Secondo Vanguard, l'impennata dell'adozione di I TDF stanno alimentando questa crescita: l'82% degli sponsor del piano ha offerto tali fondi nel 2011, rispetto al 28% del 2005. Oggi, il 47% di tutti i partecipanti 401 (k) utilizzano i TDF. I fondi target-date sono spesso indicati come il default dell'investimento nei piani di iscrizione automatica, ma nei piani con iscrizione volontaria, il 48% dei partecipanti investe in TDF.

Il gigante del fondo ritiene che la crescente popolarità del TDF continuerà a influenzare l'adozione professionale allocazioni gestite. "In gran parte a causa del crescente utilizzo di opzioni di data-obiettivo, prevediamo che il 55% di tutti i partecipanti e l'80% dei nuovi partecipanti al piano saranno interamente investiti in un'assegnazione gestita professionalmente entro il 2016", ha affermato Young.

"È importante per tenere a mente che i partecipanti tipici sono a metà degli anni '40 e risparmiano il 10%, con circa otto anni di permanenza con il loro attuale datore di lavoro, e da 20 a 25 anni in più per far crescere il loro account ", ha dichiarato Steve Utkus, capo del Vanguard's Center for Retirement Research e coautore del rapporto, in una dichiarazione. "Inoltre, le loro attività del piano di pensionamento saranno probabilmente completate da sussidi di sicurezza sociale e altri risparmi, inclusi i beni in altri piani di datori di lavoro, il piano di un coniuge oi conti di risparmio personale."

Altre tendenze chiave delineate nella relazione 401 (k) include:

Il tasso di partecipazione al piano 2011 è stato del 76%, invariato rispetto al 2010, sebbene l'iscrizione al piano automatico continui a salire. Nel 2011, il 29% dei piani Vanguard aveva adottato l'iscrizione automatica, in aumento di due punti percentuali dal 2010.

I dipendenti in piani con una funzionalità di iscrizione automatica alla fine del 2011 avevano un tasso di partecipazione complessivo dell'80% rispetto a un tasso di partecipazione di solo il 60% per i dipendenti nei piani di iscrizione volontaria.

Sette su 10 piani di iscrizione automatica hanno implementato aumenti automatici di ratei di differimento annuali, da tre su dieci nel 2005. L'iscrizione automatica migliora i tassi di partecipazione tra i non-risparmiatori tradizionali: giovani, short- tenore e lavoratori a basso reddito.

Il tasso di differimento medio dei partecipanti è migliorato al 7,1% e la mediana è rimasta invariata al 6%. Il tasso medio complessivo di risparmio del piano, inclusi sia i contributi dei partecipanti sia quelli del datore di lavoro, è stato del 10,4% nel 2011. Vanguard ritiene che gli investitori debbano risparmiare dal 12% al 15% o più.

Carica altro

Articolo Precedente

Morgan Stanley Cuts Trainees

Morgan Stanley Cuts Trainees

In un'altra mossa progettata per tagliare costi e aumento della produzione media degli intermediari, Morgan Stanley ha ridotto il suo programma di formazione degli intermediari a un numero compreso tra 700 e 1.000 tirocinanti all'anno - da circa 1.750 all'anno. Circa 500 praticanti sono stati licenziati a maggio, nove mesi dopo che 1....

Articolo Successivo

Come gli advisor dovrebbero esplorare l'universo dei social media

Come gli advisor dovrebbero esplorare l'universo dei social media

Illustrazione di Kotryna Zukauskaite I luddisti lo detestano; i tipi di vecchia scuola lo respingono. George Clooney lo disprezza con passione. Tuttavia, il fenomeno digitale chiamato social media è qui per rimanere. E per un numero crescente di consulenti finanziari, questa tecnologia di rete del 21 ° secolo si sta rivelando una manna dal cielo....

Pubblica Il Tuo Commento